I colori pantone per i gadget personalizzati

Un punto di riferimento, nell’ambito dei gadget personalizzati, è il Pantone Matching System: i colori pantone permettono di ottenere con la massima precisione la sfumatura desiderata.

Gadget personalizzati con i colori pantone

I colori pantone sono spesso un’ottima scelta quando si tratta di gadget personalizzati. Se ti occupi di merchandising, è molto probabile che tu li abbia già sentiti nominare: nelle prossime righe, comunque, ti spiegheremo tutto quello che bisogna sapere sull’argomento – storia, vantaggi e utilizzi dei colori pantone.

Questi colori sono noti anche semplicemente come “pantoni”, e prendono il nome da un brand del New Jersey: Pantone, per l’appunto. Con il termine pantone ci riferiamo a un vero e proprio standard, a un codice che permette di identificare una particolare sfumatura senza alcun dubbio.

Cosa sono i colori pantone?

I pantoni, quindi, sono una gamma di tonalità. Il Pantone Matching System consiste in un’autentica catalogazione, che al giorno d’oggi comprende circa 2.000 tinte: colori per i gadget aziendali, per l’arredamento, per la moda e così via.

Quando si parla di colori, non è sempre facile capire la gradazione esatta. Una nuance cambia in base a vari fattori: la saturazione, la luminosità, il tipo di supporto e di materiale, persino il punto di vista soggettivo che modifica la percezione. Ad esempio, un blu per alcuni può essere più chiaro, per altri più scuro!

È per questo che sono stati creati i colori pantone: per rendere oggettiva la questione, per dare in un certo qual modo un “linguaggio universale”. Quando si seleziona un pantone non ci sono margini di errore, poiché il colore è inequivocabilmente quello.

Non è un caso che, attualmente, il vocabolo “pantone” sia usato quasi come sinonimo di colore. Occorre specificare che i colori pantone non nascono in maniera virtuale, bensì fisica dalle vernici, e vanno distinti dalla stampa in quadricromia per i risultati che si ottengono.

Una curiosità: la prima guida sui pantoni prevedeva 10 colori. Si tratta di un lavoro di Lawrence Herbert, un chimico che negli anni ’60 era impiegato presso la tipografia Pantone. L’assortimento cromatico è aumentato sempre di più, fino a includere un elevatissimo numero di colori.

I colori pantone per i gadget personalizzati

Bozza grafica

I pantoni sono una soluzione vincente per la creazione dei gadget personalizzabili. Tra poco andremo ad analizzare le motivazioni: vediamo, ora, per quali prodotti si adopera questo sistema.

In realtà, il Pantone Matching System è perfetto per una miriade di oggetti:

· accessori per bere, come le tazze personalizzate, le tazzine da caffè, i thermos e le borracce;
· strumenti di cancelleria (penne, quaderni, bloc-notes…);
· dispositivi tecnologici, tra cui le chiavette USB personalizzate;
· articoli di tessuto, come gli asciugamani e le shopper;
· le candele;
· i portachiavi.

Questi sono soltanto alcuni regali aziendali da decorare con i colori pantone. Il consiglio, comunque, è quello di farsi mandare una bozza della stampa come anteprima, come facciamo noi con i nostri clienti: infatti i pantoni possono variare leggermente a seconda del materiale su cui sono impressi.

L’esito dipende dalla tonalità di partenza e anche dalle caratteristiche del materiale, che sia più o meno poroso, lucido oppure opaco. Il pantone finale sarà del tutto uguale a quello iniziale se è applicato sul bianco.

Potrebbero esserci sfumature lievemente differenti tra un materiale poco assorbente e molto assorbente. Per esempio, lo stesso pantone sarà diverso sulla carta e sulla ceramica. È per tale ragione che si utilizzano separatamente i pantoni “coated” e “uncoated”: i primi ideali per i supporti patinati, i secondi per quelli grezzi.

Detto ciò, con i dovuti accorgimenti si ottengono eccellenti risultati con tantissimi gadget. Anche portapenne, tappetini per mouse, accendini, cover per cellulari e molti altri.

Colori pantone per i loghi

Numerosi loghi hanno dei colori ben precisi, difficili da riprodurre con la stampa in quadricromia. Per questo c’è bisogno di un sistema alternativo, ovvero quello dei colori pantone.

Il discorso vale per tutti quei loghi che non sono semplicemente rossi, verdi, rosa ecc., ma rosso carminio, verde smeraldo, rosa shocking o pesca. Per la tinta esatta è fondamentale il Pantone Matching System, che consente di identificare senza sbagli la nuance.

Colori più brillanti o metallizzati

Lo standard inaugurato dall’azienda Pantone è un must per i gadget dai colori brillanti. Un caso su tutti è quello dell’arancione: un bell’arancione, vivido e intenso, si ricava con il criterio dei colori pantone, non con la stampa in quadricromia sovrapponendo il rosso e il giallo. In quest’ultima situazione, infatti, l’esito sarebbe più “smorzato”, quasi tendente al grigio.

In più, gli omaggi aziendali dai colori metallizzati si realizzano con i pantoni. Esiste una categoria apposita, appunto quella dei pantoni metallizzati, che comprende finiture come l’oro, il bronzo, l’argento, il platino, il rosa metallico, il blu metallico…

Colori pantone e gadget fluo

Una chicca: i colori pantone sono perfetti anche per gli articoli fluo. Questi, magari, sono meno eleganti di quelli con finitura metallizzata, ma sono divertenti e popolari specialmente tra i ragazzi. Gli accessori con effetto evidenziatore, giallo, rosa o verde, sono alla moda e fonte di brio: pensiamo alle borse, ai cappellini, alle penne, agli astucci e così via.

Conclusioni

Il Pantone Matching System è utilissimo nell’ambito dei regali aziendali per la promozione di un marchio. Permette di ottenere stampe ad altissima risoluzione, purché si consideri sempre il materiale di base. In questo modo, potrai sorprendere la tua community con doni di elevata qualità!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.